Banca del Fucino

News Feed

  • 09/01/2018 - Italia Funds People

    Sarà la consulenza la vera discriminante nel futuro del private banking

    BANCA DEL FUCINO È STATA TRA LE PRIME ENTITÀ A PORTARE IL FEE ONLY IN ITALIA CON IL SUO SERVIZIO DI CONSULENZA WIN, NELLA DECLINAZIONE EXCLUSIVE. E' una storia quasi centenaria quella di Banca del Fucino, l'istituto fondato nel 1923 dai principi Torlonia e presieduto ancora oggi dai suoi fondatori. Una storia che nel tempo ha accresciuto la solidità del suo business e che la rende oggi uno dei referenti del Paese per i clienti di elevato standing. "Il private banking è nel nostro DNA da sempre", spiega Salvatore Pignataro, vice direttore generale e responsabile private banking di Banca del Fucino

    Download
  • 30/11/2017 - Sole24Ore

    Montenapoleone avvia la maratona

    Le decorazioni, sfere di abete e luci, sono state appese già da qualche settimana, ma la settima edizione della Christmas Shopping Experience del Montenapoleone District, il distretto dello shopping di lusso di Milano, ha avuto ufficialmente inizio ieri sera, con la parata della Fanfara del III Reggimento Carabinieri Lombardia che, suonando alcuni trai più famosi motivi natalizi, ha condotto all'accensione dell'albero di Natale offerto da Banca del Fucino, in piazzetta Croce Rossa. Lo shopping natalizio è per Montenapoleone un momento importante: il distretto, che riunisce 150 associati e alcuni hotel 5 stelle che hanno sede nel Quadrilatero, ha scelto di arricchirlo per offrire alla propria clientela

    Download
  • 29/11/2017

    Banca del Fucino sostiene l’ADSI e offre soluzioni per la tutela e preservazione dei patrimoni famigliari italiani.

    Un impegno che si concretizza con l'elaborazione di progetti di consulenza su articolate e complesse esigenze di gestione patrimoniale.  Leggi di più

  • 19/10/2017 - Il Messaggero

    In alto i calici la vendemmia si fa in Centro

    UNA MANIFESTAZIONE ELEGANTE E FRIZZANTE: SUL "VINACCIA CARPET" SFILANO I VINI DELLE MIGLIORI CANTINE ITALIANE. Cena di gala per "La Vendemmia a Roma". Nella Corte del bellissimo Palazzetto Baschenis Borghese, sede della Banca del Fucino, con il presidente dell'Istituto Alexander Poma Murialdo , con Roberto D'Amato presidente dell'associazione via Condotti, David Sermoneta presidente dell'associazione Piazza di Spagna e Andrea Amoruso Manzari di KRT che ha avuto l'idea di portare l'iniziativa a Roma, riceve cento invitati prestigiosi. Si celebra la prima edizione capitolina della fantastica e frizzante manifestazione che stasera coinvolgerà le strade del Centro, e vedrà protagonisti Vini eccelsi delle migliori Cantine italiane e griffe tra più note al mondo. In moltissimi hanno risposto con entusiasmo.

    Download
  • 13/10/2017 - Corriere della Sera

    La Vendemmia sbarca a Roma Vini in 60 boutique e 14 hotel

    Banca del Fucino partner di questo evento. La riscossa parte da via Condotti e piazza di Spagna. Con «La Vendemmia», evento modello via Montenapoleone di Milano, dove si è già tenuto otto volte, adesso importato per l'edizione numero «zero» nella Capitale. Così da lunedì a venerdì prossimi 60 negozi e 14 hotel di lusso, oltre a 25 ristoranti stellati, tutti in quello che è definito il salotto buono della città, offriranno a turisti e romani un calice delle migliori cantine vinicole internazionali, con adeguate tartine, formaggi, prodotti locali.

    Download
  • 25/09/2017 - Affari Finanza

    Banche, meno sportelli ma più patrimoni parte la corsa alle gestioni dei super ricchi

    Tra le realtà di dimensioni più ridotte va segnalata la vitalità di Banca del Fucino, che poco meno di due anni fa ha aperto la sua prima filiale interamente dedicata ai clienti private nel cuore del quartiere Parioli-Pinciano.

    Download
  • 14/07/2017 - AziendaBanca

    Banca del Fucino, il presente è FASHION

    Una realtà piccola e indipendente, che intende restare tale, che si propone e viene percepita come una boutique. Questo è il posizionamento di Banca del Fucino, che ha avviato un'interessante partnership con MonteNapoleone District. Si sta parlando della più antica banca privata romana, presieduta dalla quarta generazione dei suoi fondatori, i principi Torlonia. L'istituto è presente da soli due anni a Milano, con una sede dedicata al private banking sita in via Monte di Pietà, a pochi passi dal Quadrilatero della moda.

    Download
  • 11/07/2017

    Premio Le Fonti 2017 “Eccellenza dell’Anno Innovazione & Tradizione” alla Divisione Private di Banca del Fucino

      Leggi di più

  • 06/07/2017 - Wall Street Italia

    Banca del Fucino gioca di anticipo sulla consulenza indipendente

    Banca del Fucino apre le danze sulla consulenza indipendente. La banca privata romana, presieduta dalla quarta generazione dei suoi fondatori, i principi Torlonia, è tra i primi istituti bancari a lanciare sul mercato un servizio di advisory remunerato esclusivamente a parcella, in linea con i requisiti previsti da MiFID II per l'attività di consulenza indipendente.

    Download
  • 24/06/2017 - MF_Milano Finanza

    Nasce Win, consulenza da principi

    La più antica banca privata romana, presieduta dalla quarta generazione dei fondatori, i principi Torlonia, ha lanciato Win (Wealth Independent Advisory), un servizio che si ispira al modello della consulenza indipendente prevista dalla Mifid II (in vigore a inizio 2018) che esclude ogni tipo di retrocessione o forme di remunerazione indirette, offrendo un'analisi dei mercati finanziari a livello globale e un ampio catalogo prodotti potenzialmente oggetto di investimento.

    Download
  • 25/05/2017

    Società benefit, nuovo rapporto tra attività economica e utilità sociale

    Quinto appuntamento di un ciclo di incontri tematici che si svolgono negli spazi della filiale Private di Milano in Via Monte di Pietà 24, segue l'evento di gennaio su SRI - Mercati Finanziari e Etica Sociale, e si è tenuto giovedì 25 maggio 2017 dalle ore 18.30.  Leggi di più

  • 23/05/2017 - Bluerating.com

    Quinto Aperitivo Finanziario

    Società benefit, nuovo rapporto tra attività economica e utilità sociale
    http://www.bluerating.com/evento/societa-benefit
    L'Italia è il primo Paese in Europa ad avere adottato una legislazione sulle benefit corporation, ovvero le società che oltre a perseguire lo scopo di generare utili mettono in atto una o più finalità socialmente utili: il tema sarà approfondito nel corso del quinto aperitivo finanziario di Banca del Fucino, sul tema "Società benefit: nuovo rapporto tra attività economica e utilità sociale", che si terrà giovedì 25 maggio a partire dalle 18.30 presso la sede Private di Milano, in via Monte di Pietà 24. L'incontro verterà sulle caratteristiche delle società benefit come disciplinate in Italia dalla legge 208/2015 che ha abbattuto la separazione tra secondo e terzo settore, in quanto la società benefit oltre a svolgere un'attività economica per la distribuzione degli utili può perseguire "scopi di pubblica utilità" attraverso attività non necessariamente economiche. Sul tema è previsto l'intervento di Alberto Lupoi, professore di Diritto dei mercati finanziari presso l'Università di Padova, arbitro presso l'Arbitrato bancario e finanziario e consulente giuridico della Commissione Finanze presso la Camera dei Deputati e esperto sul tema. L'introduzione della disciplina delle società benefit in Italia si inserisce nel più ampio movimento statunitense, ormai in rapida crescita, delle "benefit corporations" che ha ampliato i "fiduciary duties" degli amministratori consentendo loro di gestire l'impresa anche a vantaggio di terzi diversi dai soci senza incorrere in responsabilità verso questi ultimi e rendendo verificabili pubblicamente le attività di corporate social responsability dell'azienda con effetti importanti sull'immagine e la reputazione. A completare la serata interverrà l'avvocato Alberto Banfi con uno scenario sul terzo settore, cioè il non profit alla luce dello schema del nuovo decreto leslislativo sulla materia.
    In considerazione del numero limitato di posti è necessario l'accredito entro mercoledì 24 maggio, fino a esaurimento posti, inviando una e-mail all'indirizzo a.ardemagni@barabino.it.

  • 20/05/2017 - MF_Milano Finanza

    Mischia Legale

    Grazie alla ormai consolidata presenza degli azzurri nel torneo Sei Nazioni, il rugby è diventato uno sport che fa network anche in Italia. Banca del Fucino, la più antica banca privata romana fondata dal Principe Alessandro Torlonia, ha aperto in settimana il suo palazzetto di via Po' per la celebrazione dei dieci anni dell'Unione Avvocati Rugbisti (Uar) e la presentazione delle tappe che porteranno la squadra a competere alla Rugby Lawyers World Cup che si svolgerà a Chicago nel 2018.

    Download
  • 18/05/2017 - MF_Milano Finanza

    Banca del Fucino partner bancario di MonteNapoleone District

    L'istituto Banca del Fucino è il partner bancario di Montenapoleone district, associazione che riunisce oltre 150 global luxury brand presenti nel quadrilatero della moda di Milano. News a cura di Roberta Maddalena e Valentina Nuzzi

    Download
  • 08/05/2017 - La Repubblica Affari&Finanza

    Liquidità sui listini ma serve un paracadute

    Le politiche delle banche centrali spingono in alto le borse, tuttavia bisogna bilanciare gli investimenti con soluzioni alternative

    Download
  • 18/04/2017 - MonitorImmobiliare

    Risparmio gestito a gonfie vele

    Intervista al Salone del Risparmio 2017 a Carletto Biolcati, responsabile portfolio advisory di Banca del Fucino: Mancano ormai pochi mesi al debutto in Italia della direttiva europea Mifid II, che introdurrà nuovi elementi di trasparenza. Come cambierà a suo avviso il settore della consulenza? Credo che verrà completamente trasformato rispetto a oggi perché il 2018 dovrebbe essere l'anno in cui si esce da una logica di ricavi da prodotti e si va verso una logica di ricavi da servizio. Il nostro istituto punta su una consulenza davvero indipendente, quindi con il minor livello di conflitto d'interesse possibile. Quindi proponendo il meglio che c'è sul mercato senza guardare al nome, ma alle opportunità per l'investitore. http://www.monitorimmobiliare.it/risparmio-gestito-a-gonfie-vele_20174151045

  • 12/04/2017 - CityWire

    Salone del Risparmio2017 - Biolcati Banca del Fucino, Pir non adatti alla clientela private

    "I Piani Individuali di Risparmio non sono adatti alla clientela private da noi servita. Hanno come puntamento il cliente retail con masse investite inferiori ai 500mila euro" secondo Carletto Biolcati, responsabile dell'advisory team di Banca del Fucino, incontrato da Citywire durante il primo giorno del Salone del Risparmio 2017. "Il loro mercato ovviamente è tutt'altro che trascurabile e l'approccio alla base, a sostegno di un investimento costante sul medio-lungo termine, è corretto e interessante e auspico che vengano proposti sul mercato veicoli simili ma più adatti al nostro segmento di clientela, con patrimonio superiore al milione di euro" continua il manager della banca fondata nel 1923.

    Download
  • 22/03/2017 - AdvisorPrivate

    PRIVATE, SEDOTTI dai 'buoni' investimenti

    I numeri (e i fatti) sono sotto gli occhi di tutti: il tema dell'investimento sostenibile e responsabile (Sri, ovvero Sustainable and responsible investment) sta raccogliendo un crescente interesse da parte degli investitori italiani, in particolare di quelli evoluti come la clientela private. Un'attenzione sia nei confronti del suo ruolo di asset class alternativa da aggiungere al portafoglio, sia intesa come approccio generale per tutta l'asset allocation. Si tratta di una dinamica inarrestabile che dal mondo della finanza anglosassone - dove è già diversi anni che guadagna quote di mercato, sia a livello relativo sia assoluto, specialmente nei portafogli "ricchi" - sta prendendo vigore in quello tricolore, con un'accelerazione partita nella seconda parte del 2016 e in pieno sviluppo in questi mesi. Ma cosa vuol dire nel 2017 inserire gli investimenti Sri nei portafogli del private banking? E soprattutto, quali sono le scelte che raccolgono il favore maggiore?

    Download
  • 22/03/2017 - AdvisorPrivate

    Fondi Sri, mercati finanziari ed etica sociale

    Nel biennio dicembre 2013-dicembre 2015, gli investitori che hanno privilegiato approcci di investimento che coniugano le attese di redditività con un approccio socialmente sostenibile sono più che sestuplicati in Europa (+ 549%), anche se l'utilizzo di queste strategie da parte dei clienti italiani private, benché in crescita, è meno marcato rispetto a quanto avviene in Francia, Olanda e Svizzera. Pur essendo utilizzati principalmente da investitori istituzionali, sono aumentati anche i clienti private che utilizzano i fondi Sri, arrivando a rappresentare il 22% del mercato, dal 3,4% di fine 2013. Alla base di questa tendenza ci sono due fattori: la maggior sensibilità verso i temi sociali e i rischi ambientali, e il venir meno dell'aspettativa di una minore redditività degli investimenti Sri. A questi temi è stato dedicato il quarto aperitivo finanziario organizzato da Banca del Fucino , intitolato "Fondi Sri - mercati finanziari ed etica sociale".

    Download
  • 01/02/2017 - IlSole24Ore.com Stream24

    Quando le strategie di investimento sostenibile sono redditizie

    In questa puntata di Trading, mercati in pillole, Carlo Biolcati - responsabile Portfolio Advisory di Banca del Fucino parla di stretegie di investimento sostenibile. _____________ http://stream24.ilsole24ore.com/video/finanza-e-mercati/quando-strategie-investimento-sostenibile-sono-redditizie/AEGttVI

  • 26/01/2017

    SRI - Mercati Finanziari e Etica Sociale

    Proseguono gli aperitivi finanziari di Banca del Fucino, la più antica banca privata romana, indipendente e presieduta dalla quarta generazione dei principi Torlonia.  Leggi di più

  • 20/01/2017 - Finanza.com

    Banca del Fucino: dedica il quarto Aperitivo finanziario agli investimenti SRI

    Gli investitori che previlegiano approcci di investimento che coniugano le attese di redditività con un approccio socialmente sostenibile sono più che sestuplicati in Europa (+549%) nel biennio 2013-2015 secondo i dati dello studio Eurosif Bruxelles 2016. Tuttavia l'utilizzo di queste strategie da parte dei clienti italiani private, seppur in crescita, è meno marcato rispetto a ciò che avviene in Francia, Olanda e Svizzera. Infatti i Fondi SRI (Sustainable and responsible investment) sono principalmente utilizzati da investitori istituzionali, anche se la componente dei clienti private è in crescita (dal 3,4% al 22% del mercato). Questa tendenza è legata a due fattori: la maggior sensibilità verso i temi sociali ed i rischi ambientali, ed il venir meno dell'aspettativa di una minore redditività degli investimenti SRI. In particolare si evidenzia come la strategia Esclusione, che prevede l'eliminazione di singoli emittenti o settori o paesi dall'universo investibile sulla base di determinati principi e valori, sia quella dominante in Europa, con 10.000 miliardi di euro in gestione. Mentre la strategia con il tasso di crescita maggiore è quella Impact Investing (+385%), con un focus particolare sui Green Bond. L'ottimizzazione delle strategie SRI è al centro del quarto Aperitivo finanziario, in programma giovedì 26 gennaio alle ore 18:30 a Milano, presso la sede Private banking di Banca del Fucino in via Monte di Pietà 24. Sul tema interverranno Elisa Vergine, senior SRI analyst di Candriam Investors Group, società multi-specialista pan-europea con 100,1 miliardi di euro in gestione al 30 settembre 2016, e Carletto Biolcati, responsabile Portfolio advisory di Banca del Fucino.

  • 21/12/2016 - Invice

    Banca del Fucino si rafforza a Roma

    Prosegue la campagna di reclutamento della divisione private di Banca del Fucino, la più antica banca privata romana, indipendente e presieduta dalla quarta generazione dei suoi fondatori, i principi Torlonia, con l'ingresso di due nuovi professionisti. Si tratta di Simone Brugnoni, proveniente da un'esperienza quinquennale nel Private di Deutsche Bank e prima in Barclays Bank e Credito Artigianale, e Alessandro Palaggi, in precedenza relationship manager in Barclays Bank dove era entrato nel 2009 e in Banca Popolare di Vicenza dove è stato nel periodo 2007-2009. I due banker sono in forza nella sede Private di Roma di via Po'.

    Download
  • 25/11/2016 - Affari_Italiani

    "Christmas Shopping Experience" in MonteNapoleone

    http://www.affaritaliani.it/milano/christmas-shopping-experience-in-montenapoleone-451693.html Dal 25 novembre nel Quadrilatero della moda parte la "Christmas Shopping Experience 2016 Dal 25 novembre nel Quadrilatero della moda parte la "Christmas Shopping Experience 2016". Nelle vie Montenapoleone, Verri, Sant'Andrea, Santo Spirito, Borgospesso, Bagutta si respirerà fino al 13 gennaio la magica atmosfera delle festività natalizie. Musica, luci e un grande albero di Natale donato da Banca del Fucino. Quando le eccellenze mostrano il lato più bello ed autentico della città, grazie a Associazione MonteNapoleone, da ieri ambasciatrice dello stile italiano nel mondo per conto di Fondazione Altagamma. Milano, sulle note emozionanti dei più bei canti natalizi suonati dalla Fanfara del III Reggimento Carabinieri di Lombardia in Grande Uniforme Speciale (GUS), si prepara al Natale. Venerdì 25 novembre alle ore 18.00 la parata percorrerà via Montenapoleone fino ad arrivare in piazzetta Croce Rossa dove verranno accese le luci dell'imponente albero di Natale dando il via ad una kermesse che fino al 13 gennaio illuminerà a festa il Quadrilatero della moda. Grazie all'Associazione MonteNapoleone, che rappresenta ad oggi centoquaranta Global Luxury Brands, tra le realtà più importanti al mondo, il cuore della città pulserà all'unisono per far vivere ai milanesi e ai turisti lo spirito del Natale. Come ricorda Guglielmo Miani, presidente dell'Associazione MonteNapoleone, "Con la Christmas Shopping Experience, che da ormai sei anni organizziamo nelle Vie del Quadrilatero, arricchiamo Milano di quell'atmosfera speciale, calda ed emozionante, che si respira in tutte le più importanti metropoli internazionali, da Londra a Parigi a New York, contribuendo a rendere la nostra città una meta ambita anche durante le festività natalizie". E a riconferma del lavoro svolto per rendere il cuore della città uno dei luoghi più iconici della creatività e dello stile italiani, il 22 novembre scorso, l'Associazione MonteNapoleone è entrata a far parte di Fondazione Altagamma in qualità Socio Onorario in quanto rappresenta uno di quei 'Territori' noti a livello globale e divenuti dei veri e propri brand. Il passeggio in via Montenapoleone sarà accompagnato da una scia sfavillante di alberi luminosi, alti cinque metri ciascuno, gentilmente omaggiati da Energetic Source, che creeranno un suggestivo cono ottico che condurrà idealmente i visitatori verso piazzetta Croce Rossa, dove si trova il grande albero di Natale offerto quest'anno da Banca del Fucino, la più antica banca privata romana, indipendente e presieduta dalla quarta generazione dei suoi fondatori, i principi Torlonia. Alto oltre quindici metri, l'abete, della famiglia degli Abies Orientali, con le sue luci rallegrerà l'intera area circostante. Successivamente tutti gli abeti verranno interrati per riprendere il loro ciclo vitale, in linea con una politica di sostenibilità ambientale di cui l'Associazione si fa promotrice. Ma la magia del periodo delle strenne sarà resa ancor più intensa dall'elegante allestimento illuminotecnico creato ad hoc per ciascuna via: grandi sfere di pura luce alternate ad altre in pino verde, anch'esse illuminate, addobberanno le vie Verri, Sant'Andrea, Borgospesso e Bagutta. In via Santo Spirito invece, nel rispetto delle caratteristiche intrinseche di questa antica strada, l'allestimento prevede una decorazione con steli di pino, ornati da fiamme di luce e da boule in pino verde. Al contempo, la musica "di gran classe" - come recita il famoso claim - selezionata appositamente da Radio Monte Carlo tra le atmosfere calde ed emozionati che si addicono al Natale, farà da sottofondo nelle vie dello shopping. Le iniziative che caratterizzano l'edizione 2016 della "Christmas Shopping Experience" prevedono nei fine settimana del mese di dicembre un simpatico Babbo Natale ad allietare le giornate dedicate agli acquisti intrattenendo i più piccoli e regalando a tutti golosi cioccolatini Lindor. Lungo via Montenapoleone faranno bella mostra di sè alcuni nuovi modelli di Audi; l'acqua Valverde in una teca presenterà, invece, la Tavola delle Meraviglie, un allestimento raffinato e fiabesco per ispirare gli addobbi delle feste, mentre 4Gifters esporrà in un box interattivo di cristallo il suo innovativo progetto digitale dedicato al mondo dei regali lifestyle. Per il terzo anno consecutivo, inoltre, l'Associazione MonteNapoleone rinnova il suo impegno nei confronti delle vie periferiche di Milano, garantendo l'illuminazione del quartiere Ponte Lambro, a riconferma del sostegno alla valorizzazione e al rilancio delle zone meno centrali della città. Il fine ultimo è quello di far scoprire il lato più bello ed autentico della città ai turisti e ricordare anche ai residenti lo spirito del Natale, in una atmosfera molto "milanese" che rammenta il pensiero manzoniano sulla milanesità ovvero l'attitudine di distinguere l'utile dall'inutile, quasi una filosofia che si identifica nel culto dell'efficienza e del decoro.

  • 25/11/2016 - ItaliaOggi

    La banca dei principi è indipendente

    Marzo 2017: una data importante per Banca del Fucino perché, in anticipo di nove mesi rispetto all'entrata in vigore della direttiva europea Mifid2, inizierà a proporre il modello di consulenza indipendente a tutta la propria clientela, private e istituzionale. Significa che il cliente dell'istituto, la più antica banca privata romana, presieduta dalla quarta generazione dei principi Torlonia, potrà passare da un modello di consulenza basato su commissioni sui prodotti a uno che prevede una fee di advisory a prescindere dalle scelte d'investimento. Modello possibile solo quando vi è una netta separazione tra private banker e gestore e totale assenza di conflitti d'interesse. «Ci aspettiamo molto da questa opzione», dichiara Salvatore Pignataro, responsabile divisione Private Banking di Banca del Fucino, «che rappresenta una scelta e un segnale molto forte da parte della banca, ma anche una naturale evoluzione del nostro modo di fare consulenza, basato sull'architettura aperta e sul rapporto personale con il cliente».

    Download
  • 23/11/2016 - MilanoFinanza

    La banca dei principi è indipendente

    Marzo 2017: una data importante per Banca del Fucino perché, in anticipo di nove mesi rispetto all'entrata in vigore della direttiva europea Mifid2, inizierà a proporre il modello di consulenza indipendente a tutta la propria clientela, private e istituzionale. Significa che il cliente dell'istituto, la più antica banca privata romana, presieduta dalla quarta generazione dei principi Torlonia, potrà passare da un modello di consulenza basato su commissioni sui prodotti a uno che prevede una fee di advisory a prescindere dalle scelte d'investimento. Modello possibile solo quando vi è una netta separazione tra private banker e gestore e totale assenza di conflitti d'interesse.

    Download
  • 22/11/2016

    Prosegue la campagna di reclutamento con due nuovi ingressi nella filiale Private di Roma

    Prosegue la campagna di reclutamento della Divisione Private di Banca del Fucino - la più antica banca privata romana, indipendente e presieduta dalla quarta generazione dei suoi fondatori, i principi Torlonia - con l'ingresso di due nuovi professionisti.  Leggi di più

    Download
  • 19/11/2016 - Sole24Ore

    Banche, ecco gli indici per recuperare la fiducia

    A un anno dalla crisi del novembre 2015 il sistema è più solido Ma le zone d'ombra restano ancora ampie

    Download
  • 18/11/2016 - Sole24Ore

    Ecco la ricetta delle piccole: cliente al centro e meno costi

    Le boutique puntano anche alla personalizzazione del servizio, grazie a una struttura più snella rispetto ai big e boutique e le banche più piccole sono convinte di avere le carte in regola per competere con le big nel private banking. La ricetta per il successo si declina in vari modi, ma i leit motiv sono: attenzione al cliente e personalizzazione del servizio. La domanda è se ci sia spazio per le boutique. «Credo di sì, perché il private banking è un mercato da 1.000 miliardi di asset, di cui 240 ancora affidati alle reti retail: una fetta cui sia gli operatori più grandi sia le boutique possono ambire», osserva Salvatore Pignataro, responsabile divisione private banking e vice Dg di Banca del Fucino.

    Download
  • 14/11/2016 - Affari e Finanza

    Raccolta diretta a oltre un miliardo e forte crescita dei prodotti di risparmio gestito

    Può vantare di essere la più antica banca romana privata e indipendente, la Banca del Fucino, fondata nel 1923 da Giovanni e Carlo Torlonia e presieduta oggi dalla quarta generazione della famiglia. La denominazione della banca è legato alle opere di bonifica e riassetto nella piana del Fucino in Abruzzo, colossale impresa, avviata nel 1855 dal principe Alessandro Torlonia e conclusasi solo 20 anni dopo, con l'impiego di ingenti risorse finanziarie e il lavoro di quattromila operai. Nell'esercizio 2015 la raccolta diretta della banca è stata pari a 1,4 miliardi, in leggera flessione rispetto al dato dell'anno precedente, mentre la raccolta indiretta ha registrato un incremento del 45%, raggiungendo gli 1,3 miliardi.

    Download
  • 14/11/2016 - La Stampa

    Come gestire i cambi generazionali in azienda

    Passare il timone. Sono 4 milioni le imprese familiari attive in Italia. Gestire al meglio il passaggio generazionale delle grandi fortune per preservare il patrimonio per le generazioni future e dare continuità all'azienda di famiglia. Le strutture più attive nel wealth management e nel private banking stanno accelerando sul fronte dell'innovazione e puntano a offrire servizi sempre più personalizzati in un ambito che si è fatto molto competitivo e che guarda sempre di più al trasferimento della ricchezza. In futuro, diventeranno sempre più importanti i servizi di trust, assicurativi e previdenziali, per creare e gestire una rendita o un capitale nel lungo termine.

    Download
  • 14/11/2016 - Affari e Finanza

    Dall'arte agli immobili al cliente va garantita consulenza su misura

    SALVATORE PIGNATARO, VICE DIRETTORE DELLA BANCA DEL FUCINO E RESPONSABILE DELLA DIVISIONE PRIVATE, ILLUSTRA I PIANI DELL'ISTITUTO. A PARTIRE DA UN SETTORE DI ADVISORY CHE ELABORA PORTAFOGLI MODELLO E ASSISTE GLI STESSI BANKER

    Download
  • 10/11/2016

    Obbligazioni subordinate e bail-in al centro del terzo "Aperitivo finanziario" organizzato presso la sede Private di Milano

    Terzo appuntamento di un ciclo di incontri tematici che si svolgono negli spazi della filiale Private di Milano in Via Monte di Pietà 24, segue l'evento di ottobre sul settore Biotech, e si è tenuto giovedì 10 novembre dalle ore 18,30.  Leggi di più

  • 08/11/2016

    Obbligazioni subordinate e bail-in al centro del terzo Aperitivo finanziario organizzato giovedì 10 novembre a Milano

      Leggi di più

    Download
  • 30/10/2016 - PLUS24

    Banche di famiglia crescono

    Dopo circa un secolo di vita Banca del Fucino sta cambiando pelle per puntare sul private banking.

    Download
  • 30/10/2016 - PLUS24

    Banca del Fucino pronta per il Fee Only

    E' partita con il progetto pilota lo scorso febbraio. Intervista a Carletto Biolcati, Responsabile portfolio advisory

    Download
  • 29/10/2016 - PLUS24

    Meno Sofferenze, maggiore consulenza

    Specializzazione, solidità, consulenza.

    Download
  • 29/10/2016 - PLUS24

    Istituti specializzati alla riscossa

    Le strutture focalizzate sugli investimenti superano le big per gestioni patrimoniali e fondi

    Download
  • 06/10/2016

    Il settore Biotech al centro del secondo “Aperitivo finanziario”, organizzato presso la sede Private di Milano

    Secondo appuntamento di un ciclo di incontri tematici che si svolgono negli spazi della filiale Private di Milano in Via Monte di Pietà 24, segue l'evento di luglio sul Passaggio generazionale, e si è tenuto giovedì 6 ottobre dalle ore 18,30.  Leggi di più

  • 03/10/2016 - Wall Street Italia

    Anche gli istituzionali vanno dal private

    Gestire la liquidità e gli aspetti fiscali sono alcuni dei servizi di Banca del Fucino. Ne abbiamo parlato con Salvatore Pignataro, responsabile del servizio di private banking.

    Download
  • 29/09/2016

    Aperitivi Finanziari a Milano 6 ottobre 2016

      Leggi di più

    Download
  • 29/09/2016 - Bluerating

    Incontro a Milano sul biotech

    Seconda edizione degli aperitivi finanziari della società che fa capo ai principi Torlonia Banca del Fucino presenta il suo secondo Aperitivo finanziario: "Il settore Biotech: prospettiva di chi investe in ricerca con risultati concreti".Questo secondo appuntamento di un ciclo di incontri tematici che si svolgono negli spazi della filiale Private di Milano in Via Monte di Pietà 24, segue l'evento di luglio sul Passaggio generazionale, e si tiene giovedì 6 ottobre dalle ore 18,30. Sul tema sono invitati a dibattere due operatori molto diversi, ma complementari: da un lato Stefano Reali, senior fund manager di Pharus Management SA, società di gestione svizzera specializzata nella gestione di investimenti collettivi anche nel settore delle biotecnologie, e dall'altro lato Michele Cevenini, presidente della Beat Leukemia Onlus, impegnata, dalla sua fondazione, alla lotta contro la leucemia e le malattie del sangue. Pharus Management SA fondata nel 1998 della famiglia Berra, si specializza inizialmente nella gestione di clientela privata per poi contestualmente concentrarsi nella gestione di investimenti collettivi di capitale, costituendo nel 2002 Pharus Sicav e nel 2012 Multi Stars Sicav. Il team Pharus, credendo nello sviluppo del settore biotech, ha lanciato il comparto Multi Stars Sicav Biotech che si pone l'obiettivo di investire principalmente in azioni di società attive nella ricerca di farmaci innovativi basati sulle più avanzate biotecnologie, oppure in possesso di tecnologie interessanti utilizzabili per lo sviluppo di nuove terapie. Da anni Pharus sostiene la fondazione Beat Leukemia Onlus, che promuove la ricerca scientifica e identifica le istituzioni più valide in ogni Paese attraverso le quali offrire assistenza ai pazienti e supporto alla ricerca contro la leucemia. Beat Leukemia Onlus sarà presentata dal presidente, Michele Cevenini, laureato in Economia dei Mercati finanziari presso l'Università Luigi Bocconi, oggi amministratore presso l'azienda di famiglia NDT Italiana.Nata inizialmente come un gruppo Facebook, in pochi mesi ha superato i 7 mila membri, ed oggi Beat Leukemia è una Fondazione giuridicamente riconosciuta ed una Onlus. http://www.bluerating.com/agenda/229-eventi/50512-banca-del-fucino-incontro-a-milano-sul-biotech.html

  • 19/09/2016 - Affari e Finanza

    Bond su catastrofi e case a Berlino

    Affari & Finanza La Repubblica 19/9/2016

    Download
  • 18/09/2016 - Invice

    Banca del Fucino apre al fee-only

    Il responsabile del team di advisory, Biolcati: "Per questo servizio di consulenza la banca si è dotata di un team di professionisti dedicati e di una specifica procedura software di analisi, monitoraggio e reportistica"

    Download
  • 19/07/2016 - WorldExcellence

    Una struttura solida per la clientela Private

    Le richieste della clientela affluent in questa contingenza di mercato sembrano non essere mutate. Anzi, il supporto di consulenti preparati e con un approccio indipendente è sempre più ricercato. Ne sa qualcosa Banca del Fucino, la più antica banca privata romana, indipendente e presieduta dalla quarta generazione dei principi Torlonia, che lo scorso dicembre ha aperto la sua prima filiale di Milano in Via Monte di Pietà 24 che, come la sede di Via Po a Roma inaugurata poco prima, è interamente dedicata ai clienti private. Ne abbiamo parlato con Salvatore Pignataro, responsabile divisione Private Banking Banca del Fucino.

    Download
  • 12/07/2016

    Il passaggio generazionale e il trust tema del primo “Aperitivo finanziario”, organizzato presso la sede Private di Milano

    Primo appuntamento di un ciclo di incontri tematici che si svolgono negli spazi della filiale Private di Milano in Via Monte di Pietà 24 che si è tenuto martedì 12 luglio dalle ore 18,30.  Leggi di più

  • 08/07/2016 - PrivateBankingWeb.com

    Aperitivi Finanziari a Milano

    Banca del Fucino, la più antica banca privata romana, indipendente e presieduta dalla quarta generazione dei principi Torlonia, presenta a Milano gli "Aperitivi Finanziari", un ciclo di incontri che si svolgeranno negli spazi della filiale Private di Milano in Via Monte di Pietà 24. Il primo Aperitivo Finanziario si svolgerà martedì 12 luglio dalle ore 18,30 e avrà come soggetto "Il passaggio generazionale e il trust". In Italia sono presenti circa 4 milioni di imprese familiari. Nel 70% dei casi i familiari partecipano alla governance aziendale: tale percentuale sale fino al 76% nelle imprese con meno di 20 milioni di euro di fatturato. Inoltre ogni anno 80.000 imprenditori italiani sono coinvolti nel passaggio generazionale. Secondo i dati elaborati dall'Università Cattolica di Milano tuttavia, in Italia solo il 50% delle imprese passa alla seconda generazione e solo il 15 % passa alla terza. Con lo scopo di approfondire il tema, la Banca del Fucino ha invitato come relatore Stefano Curzio, dottore commercialista, Presidente del Consiglio di amministrazione di Private Trust Company ed esperto di pianificazione patrimoniale e trust, autore del libro "Tutela del patrimonio e trust". "Scopo di questi incontri è creare per i nostri clienti un momento di confronto informale sui grandi temi finanziari relativi alla gestione dei patrimoni, invitando di volta in volta alcuni dei principali esperti del settore. Dopo la tutela del patrimonio e il trust, oggetto di questo primo incontro, il calendario dei prossimi appuntamenti prevede un focus sulle obbligazioni subordinate, gli investimenti socialmente responsabili e l'arte come alternative asset", ha spiegato Carletto Biolcati, responsabile del Team di Portfolio Advisory di Banca del Fucino. http://www.privatebankingweb.com/2016_07_08_Banca_del_Fucino_al_via_lAperitivo_finanziario

  • 08/07/2016

    'Il passaggio generazionale e il trust' tema del primo Aperitivo Finanziario organizzato a Milano

    Banca del Fucino, la più antica banca privata romana, indipendente e presieduta dalla quarta generazione dei principi Torlonia, presenta a Milano gli "Aperitivi Finanziari", un ciclo di incontri che si svolgeranno negli spazi della filiale Private di Milano in Via Monte di Pietà 24. Il primo Aperitivo Finanziario si svolgerà martedì 12 luglio dalle ore 18,30 e avrà come soggetto "Il passaggio generazionale e il trust". In Italia sono presenti circa 4 milioni di imprese familiari. Nel 70% dei casi i familiari partecipano alla governance aziendale: tale percentuale sale fino al 76% nelle imprese con meno di 20 milioni di euro di fatturato. Inoltre ogni anno 80.000 imprenditori italiani sono coinvolti nel passaggio generazionale. Secondo i dati elaborati dall'Università Cattolica di Milano tuttavia, in Italia solo il 50% delle imprese passa alla seconda generazione e solo il 15 % passa alla terza.  Leggi di più

    Download
  • 04/07/2016 - CorrierEconomia

    Scende in pista l'indicatore di default

    Addio rating. Cambiano i criteri di giudizio sulla solidità delle obbligazioni. Per valutare il rischio di un portafoglio investito in titoli di debito, Banca del Fucino ha deciso di utilizzare l'indicatore di default. Come funziona? «Misura la percentuale di fallimento dei titoli in portafoglio - spiega Carletto Biolcati, responsabile area advisory di Banca del Fucino -. Ci sono indicatori che valutano l'intero mercato dei corporate bond e misuratori specifici per le diverse categorie di obbligazioni. Se la percentuale di default è sotto il 2,5% non ci sono rischi né per il rendimento, né per il patrimonio. Il livello di guardia scatta sopra tale soglia. In questi casi occorre verificare quali sono le categorie in tensione nel portafoglio».

    Download
  • 02/07/2016 - CAPITAL

    BANCA DEL FUCINO PUNTA SUL PRIVATE BANKING PER CRESCERE E RAFFORZARSI

    Banca del Fucino è la più antica banca romana privata. E una delle pochissime banche di famiglia sopravvissute al processo di consolidamento dei settore. «Non per questo», dice il direttore generate, Giuseppe DI Paola, «ci sentiamo dei panda. Tutt'altro. Il fatto di essere una banca posseduta al 100% dalla stessa famiglia sin dalla sua nascita, rafforza l'immagine di solidità e indipendenza ed esercita una forte attrattiva sul mercato. In questi ultimi anni bisogna garantire livelli di patrimonializzazione sempre più elevati e nello stesso tempo presidiare efficacemente i rischi. Ed è questo che stiamo facendo grazie a un orizzonte di mercato di medio-lungo periodo, anche per rispondere alle misure previste dalla vigilanza europea che sono sul tavolo di tutte le banche». Ed è appunto con quest'ottica strategica che da poco più di un anno Banca del Fucino ha deciso di puntare sul private banking e di dotarsi di una divisione dedicata alla clientela Hnwi: per accedervi bisogna avere un patrimonio superiore al milione di euro, immobili esclusi.

    Download
  • 27/06/2016 - Affari Finanza

    Portfolio Advisory in stile anglosassone - scheda

    Fondata a Roma nel 1923 dai principi Giovanni e Carlo Torlonia, Banca del Fucino è la più antica banca privata romana, indipendente e presieduta oggi dalla quarta generazione dei suoi fondatori. Prende il nome dalla gigantesca opera di bonifica e riassetto della piana del Fucino, in Abruzzo. Dispone di una rete di 32 filiali con circa 50 mila clienti; la raccolta diretta da clientela a fine 2015 ammontava a 1,3 miliardi, mentre quella indiretta, cresciuta del 45% nel 2015, ha raggiunto un importo analogo, 1,3 miliardi, per quasi metà rappresentato da risparmio gestito. Di recente è stata creata una divisione private banking, il cui accesso è riservato alla clientela che dispone di un patrimonio superiore al milione di euro, immobili esclusi. A fine 2015 questa divisione contava su 20 private banker, tutti assunti come dipendenti della banca e con un portafoglio medio di circa 80 milioni, che operano in tre sedi dedicate, due a Roma e una, inaugurata sul finire dello scorso anno, a Milano. I servizi dedicati alla clientela private comprendono il servizio di Portfolio Advisory, consulenza legale, fiscale e successoria, consulenza immobiliare, servizi fiduciari, prodotti assicurativi, consulenza sulla governance familiare e l'art advisory. (m.man.)

    Download
  • 27/06/2016 - Affari Finanza

    Per Banca del Fucino un Portfolio Advisory in stile anglosassone

    Punta sulla consulenza indipendente a clienti privati e istituzionali Banca del Fucino, la banca privata romana fondata dai principi Torlonia. E l'istituto lo fa rafforzando il proprio team di Portfolio Advisory, all'interno della divisione Private banking, ponendo alla sua guida Carletto Biolcati, per oltre 25 anni nel gruppo Ubi Banca e tra i primi a sviluppare la consulenza a pagamento.

    Download
  • 25/06/2016 - PRIVATE

    Arte e mattone per i private

    In tempi di tassi negativi e scarsi rendimenti, la clientela private è sempre più attratta dal mattone e dalle opere d'arte. PRIVATE ne ha discusso con Salvatore Pignataro (nella foto), vice direttore generale e responsabile divisione private di Banca del Fucino.

    Download
  • 22/06/2016 - FIRST online

    Intervista a Giuseppe Di Paola DG di Banca del Fucino

    La più antica banca romana privata di proprietà dei Torlonia avvia un nuovo corso e si concentra sul private banking per la clientela affluente, che già oggi rappresenta il 50% dei ricavi con l'obiettivo di arrivare al 70% in 3-4 anni - Roma e Milano le punte di diamante - "Siamo una boutique finanziaria senza conflitti d'interessi, ma continueremo anche a fare retail e impieghi"

    Download
  • 03/06/2016 - Effe - Risparmio e Investimento

    CONSULENZA EVOLUTA E SERVIZI DOC PER BANCA DEL FUCINO

    L'ingresso di nuovi professionisti nella sede milanese favorisce il valore aggiunto. EFFE ne ha parlato con Carletto Biolcati, responsabile advisory di Banca del Fucino. di ALESSANDRO PIU

    Download
  • 28/04/2016 - Il Messaggero

    Il private più valido comincia dalla consulenza

    LA NUOVA FRONTIERA? NON CI SARÀ PIÙ LA COMMISSIONE SUI PRODOTTI SCELTI MA LA PARCELLA FISSA PROFESSIONALE Consulenza avanzata a pagamento: è la nuova frontiera del servizio che Banca del Fucino propone ai suoi clienti "private". «A prescindere dal prodotto inserito nell'offerta - spiega Salvatore Pignataro - vicedirettore generale dell'Istituto e responsabile del private banking della banca - non chiediamo più una commissione, ma qualcosa che assomiglia a una "parcella" professionale, a fronte del servizio complessivo che vogliamo assicurare ai nostri migliori clienti».

    Download
  • 05/04/2016 - Italia Art Magazine

    Opere delle avanguardie storiche presso la nuova sede milanese

    una selezione di opere delle avanguardie storiche degli anni '60 e '70 allestita presso la nuova sede milanese di Via Monte di Pietà 24 della Banca del Fucino. Tra le installazioni, presenti opere degli artisti Alberto Biasi, Bruno Contenotte, Shay Frish, Christian Megert, Nanda Vigo. Banca del Fucino, la più antica banca privata romana, indipendente e presieduta dalla quarta generazione dei principi Torlonia, per inaugurare i suoi nuovi spazi della filiale milanese di Via Monte di Pietà 24, ha installato alcune opere di importanti artisti delle avanguardie storiche degli anni '60 e '70.

    Download
  • 20/02/2016 - Milano Finanza

    Carletto Biolcati alla guida del team di Advisory

    Banca del Fucino, la più antica banca privata romana (è stata costituita nel 1923 dai principi Torlonia e da giugno 2014 presidente è Alessandro Poma Murialdo, che rappresenta la quarta generazione dei fondatori), prosegue la campagna di reclutamento della divisione private banking con l'ingresso di Carletto Biolcati che ha preso la guida del team di Advisory. Il banker arriva da Ubi Banca

    Download
  • 17/02/2016 - Corriere della Sera

    Banca del Fucino boutique finanziaria

    Nell'era del bail-in che rende sempre più difficile il mestiere del banchiere,la famiglia Torlonia, proprietaria della Banca del Fucino, non ha alcuna intenzione di rinunciare ad una tradizione di due secoli. Lo afferma con convinzione il presidente, il trentacinquenne Alessandro Poma Murialdo,

    Download
  • 04/02/2016 - La Repubblica

    Collezione Torlonia, le statue avranno il loro museo

    Da La Repubblica del 04/02/2016 di CARLO ALBERTO BUCCI E FRANCESCO ERBANI "... Dopo sei mesi di trattative, incontri intensi, a tratti difficili, rispunta la luce sulle 620 statue della più pregiata raccolta d'arte antica al mondo in mano a privati. Il ministero per i Beni culturali da una parte, i Torlonia, dall'altra, hanno raggiunto l'accordo per rendere progressivamente visibile questo prodigioso patrimonio ..."

    Download
  • 14/12/2015 - Data Manager online

    Sale a 15 il numero dei private bankers

    Sale a 15 il numero dei private bankers attualmente in forza alla banca. Banca del Fucino, la più antica banca privata romana, indipendente e presieduta dalla quarta generazione dei principi Torlonia, apre la sua prima filiale di Milano in Via Monte di Pietà 24 che, come la sede di Via Po a Roma recentemente inaugurata, sarà interamente dedicata ai clienti private. L'operatività della filiale rafforzerà l'attività della Divisione Private, basata nel Palazzetto Baschenis Borghese di Via Tomacelli 107 a Roma e avviata lo scorso ottobre, con l'obiettivo di offrire ai clienti con elevate disponibilità tutti i servizi di governance familiare e degli investimenti e una consulenza avanzata anche in ambito fiscale, legale, immobiliare ed artistico. Il modello di servizio offerto da Banca del Fucino a Milano sarà in linea con quello offerto dalle banche private di piccole dimensioni che hanno storicamente caratterizzato il private banking svizzero.

    Download
  • 05/12/2015 - Sole24Ore

    Così ci si dedica ai grandi patrimoni

    Le banche che fanno capo a famiglie per tradizione hanno sempre puntato all'attività di private banking, ovvero alla gestione della clientela con grandi patrimoni. Favorite dalla grande e storica capacità di relazione coni territori di insediamento, le famiglie, le imprese e i professionisti.

    Download
  • 26/11/2015 - TgCom24

    Banca del Fucino sponsor ufficiale Christmas Shopping Experience 2015

    MILANO (MF-DJ)--Banca del Fucino, la piu' antica banca privata romana, e' sponsor ufficiale della Christmas Shopping Experience 2015, il grande evento organizzato dall'Associazione MonteNapoleone in occasione delle festivita' natalizie, che vedra' le vie del quadrilatero del lusso di Milano addobbate in modo speciale e teatro di vari eventi e iniziative. L'evento, informa una nota, avra' inizio il 28 novembre con l'accensione delle luci del maestoso albero di Natale di 12 metri collocato in Piazzetta Croce Rossa

    Download
  • 12/11/2015 - Effe - Risparmio e Investimento

    UNA SCELTA STRATEGICA RIVELATASI VINCENTE

    Incontro con Giuseppe Di Paola, DG di Banca del Fucino. Banca del Fucino, fondata a Roma nel 1923 dai principi Torlonia, è la più antica banca romana indipendente presieduta dalla quarta generazione dei suoi fondatori. La Banca, che oggi conta 31 filiali e circa 50 mila clienti, si è poi confermata, nel corso del tempo, come punto di riferimento tradizionale e di fiducia per famiglie, imprenditori e professionisti nella gestione e valorizzazione dei loro patrimoni attraverso relazioni personali ed esclusive con i suoi clienti e con una graduale ed equilibrata espansione territoriale su Roma, in Abruzzo, nel Lazio e nelle Marche. Banca del Fucino è da sempre una banca commerciale ma nell'ultimo anno ha dato il via a grossi progetti di sviluppo, soprattutto con la creazione della divisione private e l'apertura della sua prima filiale interamente dedicata a questo segmento di clientela a Roma nel cuore dei Parioli in Via Po 23, recentemente inaugurata.

    Download
  • 09/11/2015 - CorrierEconomia

    Il banker? Lo incontro 15 volte l'anno

    I titolari di patrimoni si tengono informati a tutto campo. Il consulente è il primo referente, seguito dalla stampa specializzata (51%). E' questa la frequenza con cui professionisti e imprenditori verificano dubbi e opportunità per il loro portafoglio Il passaparola finanziario con amici e parenti viene utilizzato dal 22% Nell'era dei robo-advisor, che incoraggiano le scelte d'investimento in autonomia, il private banker resta il principale referente per le famiglie facoltose. Per l'85% degli interpellati dall'ufficio studi di Aipb (l'Associazione italiana di private banking), il consulente è la prima fonte d'informazione, seguita dalla stampa specializzata per il 51%, dai quotidiani per il 38% e dalla newsletter della banca per il 31% degli intervistati.

    Download
  • 05/11/2015 - BancaFinanza

    Prima candelina per la Divisione Private Banking

    La divisione Private di Banca del Fucino compie un anno. E' infatti dallo scorso ottobre che la più antica banca romana indipendente, controllata dalla quarta generazione della famiglia Torlonia, ha scelto di concentrare i servizi dedicati alla clientela di standing elevato in una business unit realizzata ad hoc. "La nostra banca", precisa Giuseppe di Paola, direttore generale di Banca del Fucino, "ha sempre avuto clientela private, il progetto recente è stato quello di creare una divisione specializzata e dedicata". Scelta strategica che ha portato una crescita corposa

    Download
  • 21/10/2015 - Il Messaggero

    BANCA DEL FUCINO PUNTA SULLA QUALITÀ DEI BANKER PERSONALI

    Il valore aggiunto è la qualità del private banker. E' il pensiero di Salvatore Pignataro, vice direttore generale e responsabile della direzione private della Banca del Fucino, che ha uno sguardo molto diretto del mercato: «Sulla gamma prodotti ci siamo un po' tutti. Si propongono più o meno le stesse cose. La differenza la fa la capacità di personalizzare la richiesta del cliente e l'offerta della banca». Professionalità, appunto. E infatti la ricerca dei private banker che svolge Banca del Fucino è rivolta a chi ha esperienza consolidata e nello stesso tempo una continua voglia di cambiare

    Download
  • 19/10/2015 - CorrierEconomia

    Otto soluzioni alla prova del rischio

    Il controllo della volatilità è ormai un obiettivo strategico. Otto portafogli modello, i primi quattro costruiti con un orizzonte strategico e gli altri caratterizzati da un approccio «tattico», di breve termine. Tutti realizzati attraverso un mix di fondi e quote di sicav per rispondere adeguatamente a differenti profili di rischio: basso, medio, medio- alto, elevato. È questa la ricetta di Banca del Fucino per gestire i patrimoni «private», da 500 mila a 25 milioni di euro. «Avendo come finalità principale il controllo del rischio, prima ancora che un obiettivo di rendimento - spiega Salvatore Pignataro, vice direttore generale e responsabile della divisione private.

    Download
  • 12/10/2015 - Affari Finanza

    Insurance come investimento le unit-linked fanno il pieno

    SI FANNO STRADA GLI ASSET "CONTENITORE" CHE CONSENTONO DI DESTINARE IL PREMIO A UNA MOLTEPLICITÀ DI FONDI INTERNI ED ESTERNI SELEZIONATI TRA QUELLI DELLE PIÙ IMPORTANTI CASE

    Download
  • 12/10/2015 - Affari Finanza

    Servizi e consulenza su misura il portafoglio lo costruisce il team

    A fare un primo consuntivo del progetto private banking della Banca del Fucino, avviato esattamente un anno fa con l'apertura a Roma di una filiale dedicata, è il direttore generale della banca, Giuseppe Di Paola.Un modello di architettura aperta per i prodotti e un servizio di consulenza avanzata assicurato dal team di Portfolio Advisory sono gli elementi che caratterizzano il servizio di private banking di questa banca indipendente

    Download
  • 10/10/2015 - Il Messaggero

    Banchieri, attori e vip brindisi glam in via Po

    IL PARTY Borsalino nero, giacca di pelle, gonna lunga di merletto e scarpe di foggia maschile. È stata Cristina Chiabotto , che per l'occasione ha scelto un look rock, ieri sera, a tenere idealmente a "battesimo" la Filiale Private della Banca del Fucino, inaugurata in via Po nelle sale precedentemente occupate dall'ambasciata cilena.

    Download
  • 10/10/2015 - Il Tempo

    Taglio del nastro tra arte, jazz e vip

    Tra fiumi di bollicine e pantagruelici banchetti a base di specialità del Lazio e Abruzzo il jet set romano con gocce di sangue blu brinda all'inaugurazione della filiale Private Banking di Banca del Fucino, la più antica banca privata romana, indipendente e presieduta dalla quarta generazione dei principi Torlonia. L'operatività della filiale rafforzerà l'attività della Divisione Private, basata nella sede principale nel Palazzetto Baschenis Borghese, e avviata lo scorso ottobre, con l'obiettivo di offrire ai clienti con elevate disponibilità tutti i servizi di governance familiare e degli investimenti e una consulenza avanzata anche in ambito fiscale, legale, immobiliare ed artistico.

    Download
  • 10/10/2015 - Bluerating

    Banca del Fucino fa rotta su Milano

    Verso la fine dell'anno Banca del Fucino sarà in grado di partire con la consulenza avanzata a pagamento. A questo scopo è già attivo il gruppo di advisor che si è costituito proprio con l'obiettivo di offrire servizi di consulenza fee-only e di portafogli modello. La banca così tiene a sottolineare di essere attrezzata e strutturata per recepire pienamente la nuova normativa MiFid II . Le risorse per offrire questi servizi ci sono e verranno dunque offerti a breve.

    Download
  • 03/10/2015 - MILANO FINANZA

    Banca del Fucino punta tutto sulla consulenza

    Entro fine anno Banca del Fucino partirà con la consulenza avanzata a pagamento mentre già offre servizi di consulenza gratuita. A questo scopo è attivo il gruppo di advisor che si è costituito proprio con l'obiettivo di offrire servizi di consulenza fee-only e di portafogli modello.

    Download
  • 14/09/2015 - Corriere Economia

    A Milano in via Monte di Pietà una filiale dedicata al private banking

    Banca del Fucino in ottobre approderà a Milano in via Monte di Pietà con una filiale dedicata al private banking. La terza. Altre due sono già operanti a Roma, dove l'istituto ha aperto i battenti nel lontano 1923, su iniziativa del capostipite della famiglia Torlonia. Salda nella sua indipendenza, mantenuta negli anni, oggi è presente nella Capitale con 18 filiali e altre 13 sparse tra Lazio, Abruzzo e Marche. Da ottobre 2014 ha avviato il servizio di private banking, adottando come modello distributivo l'architettura aperta e ha costituito un gruppo di advisory per offrire consulenza avanzata con pagamento a parcella (fee-only). Sono stati avviati anche team di lavoro per implementare altre aree, come la gestione del patrimonio immobiliare, la consulenza nel campo dell'arte e i trust. «Inoltre - spiega Salvatore Pignataro, vice direttore generale e responsabile della divisione private - stiamo lavorando per rendere i portafogli ancora più flessibili ricorrendo a un mix di strategie: dalle multi-asset a quelle a ritorno assoluto». La banca non intende avere né una società di gestione propria, né una rete di promotori, ma solo private banker dipendenti ed ha un ambizioso programma espansionistico che prevede l' apertura di altre filiali su territorio nazionale.

    Download
  • 08/09/2015 - Bluerating

    Banca del Fucino si prepara ad aprire la filiale di Milano con nuovi reclutamenti di gestori

    Banca del Fucino punta ad assumere nuovi professionisti e a rafforzare la divisione destinata ai clienti facoltosi. Obiettivo, aprire una filiale a Milano a fine ottobre e arrivare a una ventina di banker da qui ai prossimi due anni e mezzo. Ne parla Salvatore Pignataro, vice d.g. e responsabile della divisione private banking. Iniziamo dall'apertura a Milano. "Dovremmo riuscire a essere pronti per fine ottobre. Abbiamo iniziato l'attività di reclutamento: apriremo con 4 o 5 banker e l'obiettivo è di arrivare a 15-20 professionisti in due anni e mezzo."

    Download
  • 27/06/2015 - MILANO FINANZA

    Banca del Fucino punta sulla personalizzazione dei servizi

    Parlando di boutique finanziarie, ecco che a puntare forte sui clienti private c'è anche Banca del Fucino che, dopo la sede private di Roma, ne aprirà un'altra a Milano. «La Lombardia rappresenta il 29,8% del mercato private. Siamo convinti dell'enorme potenzialità che quest'area può esprimere per una realtà come la nostra», afferma il dg di Banca del Fucino, Giuseppe Di Paola. «Sappiamo di poter competere ad armi pari con i più importanti player internazionali perché la nostra idea mette al centro il cliente, sul modello di servizio personalizzato offerto dalle banche private di piccole dimensioni che hanno storicamente caratterizzato il private banking in Svizzera». Del resto, i clienti sono ormai consci dell'eccesso di offerta informativa nell'ambito dei servizi di consulenza finanziaria.

    Download
  • 17/06/2015 - Il Messaggero

    Banca del Fucino pronta a sbarcare a Milano

    Banca del Fucino, la più antica banca privata della Capitale, fondata dai principi di Torlonia e arrivata alla quarta generazione, nei prossimi mesi aprirà una filiale private a Milano. Una scelta che rivela una precisa strategia dello storico istituto, fondato nel 1923 ma le cui radici affondano già nella seconda metà del '700. «La decisione di puntare anche su territori non tradizionali nasce dalla convinzione di poter competere ad armi pari con i big del settore sia in termini di prodotti sia di professionalità, e di operare in un bacino di utenza molto interessante», spiega Salvatore Pignataro, responsabile della divisione private banking. In Lombardia si trova il 29,8% del mercato private italiano.

    Download
  • 06/06/2015 - ADVISOR

    UNO SVILUPPO NEL PRIVATE A PROVA DI QUALITA'

    (Antonio Rizzo N.6 - giugno 2015 ADVISOR PRIVATE) Rafforzare l'attività della divisione private e continuare il processo di reclutamento. Sono questi i due driver del piano di ampliamento di Banca del Fucino, la più antica banca privata romana. ADVISOR ha raggiunto Salvatore Pignataro, vicedirettore generale della banca che ha assunto la responsabilità della divisione private lo scorso dicembre, dopo aver maturato una significativa esperienza nel settore. Come procede il piano di reclutamento dei nuovi banker? L'obiettivo di Banca del Fucino nel triennio è quello di realizzare un importante piano di sviluppo nel settore, che segua sia linee interne sia esterne: con l'assunzione di nuovi banker, professionisti di grande esperienza, che si posizionino in una fascia alta di clientela, con un portafoglio medio di circa 80 milioni ...

    Download
  • 27/05/2015 - il Ghirlandaio.com

    Banche/Digitale: Di Paola (Banca del Fucino), apriamo ai giovani e avviciniamo le imprese

    (Il Ghirlandaio) Roma, 27 mag. - Profondamente radicata nella Capitale e nella sua storia, ma consapevole del processo di cambiamento che investe l'attività bancaria, la Banca del Fucino, la più antica banca privata romana, che da quattro generazioni fa capo alla famiglia dei Principi Torlonia, ha iniziato un ambizioso rilancio, con al centro il progetto di banca telematica e un ''private banking'' su misura. Così fra le mura dell'elegante sede di Palazzetto Baschenis Borghese, nel cuore di Roma, e nel nuovo spazio ''la Lanterna'', firmato da Fuksas, anche una ''piccola'' banca, come ama definirla il direttore generale, Giuseppe Di Paola, avvia il confronto con le opportunità della tecnologia e la globalizzazione dei mercati finanziari.

    Download
  • 12/05/2015 - AziendaBanca.it

    E sette. Banca del Fucino ancora sponsor di Race For The Cure

    Banca del Fucino ha rinnovato, per il settimo anno consecutivo, il sostegno a Race For The Cure, manifestazione della ONLUS Susan G. Komen per la lotta contro i tumori al seno: a Roma, al Circo Massimo, dal 15 al 17 maggio iniziative dedicate a salute, sport ed educazione. La maratona si terrà a Roma il 17 maggio con la corsa competitiva e amatoriale di 5 km e una più accessibile "passeggiata" di 2 km. Banca del Fucino sarà presente al Circo Massimo con un proprio stand. Promuoverà anche Conto D, il conto corrente dedicato alle donne: per ogni Conto D aperto durante la manifestazione, la Banca devolverà 20 euro per il primo anno come donazione a supporto della onlus e, in via continuativa fino all'esistenza del conto corrente, 50 centesimi di euro detratti dal canone mensile del conto.

    Download
  • 11/05/2015 - Corriere Economia

    Tutti i piani per salire sulla Voluntary

    I motori per ora stanno solo rombando, ma il processo di rimpatrio dei capitali dai paradisi fiscali non si è ancora messo in moto, perché mancano molti dettagli operativi. L'interesse c'è, anche perché la Voluntary Disclosure è l'ultima occasione per far pace con il Fisco, visti gli ultimi accordi con Svizzera, Montecarlo e Lichtenstein, per uno scambio informativo trasparente, che hanno fatto crollare un muro in modo definitivo (si spera). «Indubbiamente, l'interesse c'è - conferma Salvatore Pignataro, vice direttore generale Banca del Fucino - e ci risulta che alcuni nostri clienti abbiano già preso contatto con i professionisti dello Studio Tremonti, il partner con cui Banca del Fucino ha organizzato due road-show sul tema, ma al momento nessuno ha rimpatriato asset». Si ipotizza che l'incaglio sia dovuto ai dubbi che ancora sussistono sull'iter procedurale.

    Download
  • 30/04/2015 - Milano Finanza

    Banca del Fucino apre altra filiale per clienti top

    Ha sempre gestito patrimoni corposi ma è da pochi mesi che dispone di una divisione private ben strutturata. E, mentre sta raccogliendo i frutti di quella partita ha pensato di aprirne un'altra. Così Banca del Fucino, il più antico istituto privato romano, indipendente e presieduto dalla quarta generazione dei principi Torlonia, apre a Roma, in Via Po 23, la sua seconda filiale tutta dedicata ai clienti dai portafogli top. L'operatività della nuova nata, in altre parole, serve a rafforzare l'attività di quella precedente, con l'obiettivo di offrire ai clienti con elevate disponibilità i servizi di governance famigliare e degli investimenti e una consulenza avanzata anche in ambito fiscale, legale e immobiliare.

    Download
  • 28/04/2015 - Corriere della Sera

    B.Fucino: a Roma prima filiale per clienti private

    ROMA (MF-DJ)--Banca del Fucino ha aperto a Roma, in via Po 23, la prima filiale dedicata ai clienti private. Lo si apprende da una nota dove si spiega che la divisione private di Banca del Fucino, la cui responsabilita' e' stata affidata a Salvatore Pignataro, offre i prodotti selezionati di circa trenta case di investimento di tutto il mondo, attraverso un sistema di architettura aperta che garantisce un'ampia e scelta di soluzioni. "Il nostro piano strategico triennale 2014-2017", ha affermato il d.g Giuseppe Di Paola, "prevede un rafforzamento nel settore del private banking attraverso il reclutamento di banker di grande esperienza che saranno tutti assunti come dipendenti della banca".

    Download
  • 20/04/2015 - Affari Finanza

    Consulenza e focus sui giovani, l'istituto privato è un'occasione

    GIUSEPPE DI PAOLA, DIRETTORE GENERALE DELLA BANCA DEL FUCINO, ILLUSTRA UN MODELLO DI BUSINESS DIVERSO DA QUELLO DEL PASSATO CON LA COSTITUZIONE DI UNA DIVISIONE DEDICATA ALLA GESTIONE D'ECCELLENZA

    Download
  • 15/04/2015 - Sole24Ore

    Disclosure obbligata dai tempi

    L'ex ministro Tremonti (padre degli scudi): la storia è cambiata e conviene far rientrare i capitali Lo definisce un meccanismo «più spintaneo che spontaneo», basato sul bastone e sulla carota. Ma il giudizio sulla voluntary disclosure è tutt'altro che negativo.

    Download
  • 15/04/2015 - Corriere della Sera

    Rientro capitali, per Tremonti rischi sul penale «Più istruzioni»

    ROMA La voluntary disclosure del governo Renzi? L'unica strada possibile, parola di Giulio Tremonti. L'ex ministro, autore di due provvedimenti di rimpatrio dei capitali, non si sbilancia sul gettito, sottolinea che in molti casi la "voluntary" di Renzi e Padoan sarà meno costosa dei suoi scudi fiscali, la definisce «spintanea più che spontanea», ma l'appoggia. «Non credo ci sia più spazio per l'anonimato, nè Paesi dove puoi provare a uscire dai controlli. E questo - dice parlando al workshop della Banca del Fucino - cambia la scelta da fare».

    Download
  • 09/04/2015 - Golf People Club Magazine

    Al via, domenica 12 aprile, la seconda edizione del Roma Golf Tour

    4 le tappe in alcuni dei piu prestigiosi circoli della capitale. La finale l'11 ottobre presso l'Antognolla Golf in Umbria Banca del Fucino - la più antica banca privata romana presieduta dalla quarta generazione dei suoi fondatori - è per il secondo anno consecutivo main sponsor del prestigioso Roma Golf Tour che prevede 4 tappe nei migliori circoli di Roma e la finale presso l'Antognolla Golf in Umbria. Il torneo è oggi alla sua seconda edizione. La prima tappa è prevista domenica 12 aprile presso il Golf Club Roma Parco dei Medici. Seguiranno le tappe del 17 maggio presso il Circolo Parco di Roma, il 21 giugno presso il Circolo Golf Roma Acquasanta e il 12 luglio presso l'Olgiata Golf Club. La tappa di doppio è programmata per il 6 settembre sempre presso il Circolo Parco di Roma. Maggiori informazioni e regolamento su: www.romagolftour.it

    Download
  • 03/04/2015 - Banca e Finanza

    Banca del Fucino Quattro nuovi ingressi

    Banca del Fucino Quattro nuovi ingressi

    Download
  • 03/04/2015 - Espansione

    Boutique esclusiva e su misura

    L'istituto romano fondato 90 anni fa dai principi Torlonia, offre servizi tailor made per chi vuole aderire alla Voluntary Disclosure.

    Download
  • 03/04/2015 - MF

    Banca del Fucino si rafforza nel Private con quattro new entry

    Banca del Fucino si rafforza nel Private con quattro new entry

    Download
  • 26/03/2015 - Il Messaggero

    Banca del Fucino punta sul Family Office

    Personalizzazione e informazione unite all'innovazione tecnologica. L'obiettivo di Banca del Fucino è rendere sempre più privilegiato il rapporto con il cliente offrendo servizi mirati, che tengano conto delle esigenze del singolo e del nucleo familiare.

    Download
  • 11/03/2015 - Il Messaggero

    Arrivano nuovi gestori

    Quattro nuovi ingressi con la campagna di reclutamento della Divisione Private di Banca del Fucino

    Download
  • 25/02/2015 - Il Messaggero

    Il Seminario. Tremonti ad Avezzano parla della Voluntary Disclosure

    Partirà da Avezzano il ciclo di workshop gratuiti sulla Voluntary Disclosure organizzato da Banca del Fucino, in collaborazione con lo Studio Tremonti.

    Download
  • 23/02/2015 - Il Centro

    L’ex ministro Tremonti parlerà di rientro dei capitali dall’estero. Convegno della Banca del Fucino

    Partirà da Avezzano il ciclo di workshop gratuiti sulla Voluntary Disclosure organizzato da Banca del Fucino, la più antica banca privata romana, indipendente e presieduta dalla quarta generazione dei suoi fondatori, in collaborazione con lo Studio Tremonti, Vitali, Romagnoli, Piccardi e Associati.

    Download
  • 12/02/2015 - IlSole24Ore.com

    Sondaggio sulla "voluntary": un questionario per testare il grado di interesse

    Sette domande per testare la temperatura della voluntary disclosure, in vista del suo debutto operativo: nei giorni scorsi Il Sole 24 Ore ha interpellato cento professionisti (dottori commercialisti, avvocati, esperti contabili , operatori di banche e gestori) per verificare l'interesse nei confronti della «collaborazione» lanciata dalla legge 186 del 15 dicembre 2014.

    Download
  • 11/02/2015 - Effe - Risparmio e Investimento

    Banca del Fucino accelera sul Private e guarda a Milano

    Dopo la nomina nel novembre scorso di Salvatore Pignataro alla carica di vice Direttore Generale e Responsabile della divisione Private, Banca del Fucino conferma un importante piano di sviluppo nel settore del private banking

    Download
  • 11/02/2015 - Corriere della Sera

    Quindici Private Banker con esperienza e contatti

    L'assunzione entro l'anno di 15 private bankers

    Download
  • 07/01/2015 - Effe - Risparmio e Investimento

    BdF si rafforza nel Private Banking

    Prosegue la crescita del Private Banking di Banca del Fucino con l'ingresso e la nomina di Salvatore Pignataro a viceDirettore Generale e responsabile della divisione Private

    Download
  • 16/12/2014 - Il Messaggero

    Arrivano Eltif e minibond per cavalcare la ripresa

    La parola chiave è "pazienza"

    Download
  • 15/12/2014 - Corriere Economia

    Stagione di caccia per i banker

    La sfida tra private banking per rafforzare la propria struttura e offrire ai clienti non solo una gestione finanziaria accurata, ma un servizio completo e a 360 gradi si fa sempre più accesa.

    Download
  • 10/12/2014 - Bluerating

    Nel 2015 recluteremo decine di private banker

    Con l'ingresso di Salvatore Pignataro si rinnova tutto il Private di Banca del Fucino

    Download
  • 27/11/2014 - IL Messaggero

    'Ma nessuno può eguagliare i servizi offerti da una banca'

    Salvatore Pignataro (Banca del Fucino) : "Un team di advisor anche di provenienza esterna può davvero sciogliere tutti i nodi"

    Download
  • 22/11/2014 - Patrimoni

    Banca del Fucino

    Banca del Fucino con oltre 90 anni di storia é la più antica banca privata romana.

    Download
  • 22/11/2014 - Il Sole 24 Ore - Plus24

    Allo sportello vince la specializzazione

    Allo sportello vince la specializzazione. L'ultima in ordine di tempo che ha lanciato un'offensiva al mercato del Private Banking é la Banca del Fucino.

    Download
  • 17/11/2014 - Milano Finanza

    Banca del Fucino punta a 2 miliardi di asset in tre anni

    Da poco è entrato nella Banca Salvatore Pignataro come responsabile della nuova divisione private banking

    Download
  • 17/11/2014 - Milano Finanza

    Al salottino non si rinuncia

    Al salottino non si rinuncia Trend - Il contatto fisico in filiale preferito dal 76% dei clienti

    Download
  • 27/10/2014 - EFFE - Risparmio e investimenti

    Investire nel Private

    Giuseppe Di Paola, direttore generale di Banca del Fucino, spiega perche' questo é il momento giusto per credere nell'attività di Private Banking

    Download
  • 10/10/2014 - Il Messaggero

    La Banca del Fucino ora punta sul private

    Cambio generazionale e nuova strategia per l'istituto dei Torlonia

    Download
  • 08/10/2014 - Advisor

    Destinazione Nord per la Banca del Fucino

    Conquistare nuove fette di mercato nel private banking grazie al modello di banca tradizionale, alla forza del brand, alla solidità della proprietà e all'esclusività della relazione. Sono questi secondo Giuseppe Di Paola, direttore generale di Banca del Fucino i valori che distinguono l'istituto fondato a Roma nel 1923 dai principi Torlonia.

    Download
  • 06/10/2014 - La Repubblica

    Un eccesso di risparmio da canalizzare per finanziare infrastrutture e imprese

    La Banca del Fucino ricorda nella sua denominazione un'impresa colossale, la bonifica dell'omonimo lago in Abruzzo, avviata nel 1855, dal principe Alessandro Torlonia

    Download
  • 06/10/2014 - La Repubblica

    Fiducia e più servizi su misura "Così anche i piccoli crescono"

    LA BANCA DEL FUCINO, FONDATA NEL 1923 DAI PRINCIPI TORLONIA HA APPENA VARATO UN PIANO DI INCREMENTO DELLE MASSE CON UNA DIVISIONE PRIVATE BANKING. LA MANOVRA ILLUSTRATA DAL SUO DIRETTORE GENERALE GIUSEPPE DI PAOLA

    Download
  • 29/09/2014 - La Repubblica

    Il "triangolo d'oro" della finanza romana

    OGGI L'ANGOLO DELLE BANCHE NON ESISTE PIÙ. RESTANO SOLO DUE ISTITUTI DI ORIGINE LOCALE

    Download
  • 15/09/2014 - Corriere Economia

    Evoluzioni, tutti consulenti globali

    Buone competenze, capacità d'interpretare i bisogni dei clienti e di lavorare in team per l'individuazione delle soluzioni adeguate. Sono queste le principali virtù riconosciute ai private banker che sono diventati e continueranno ad essere il primo fattore di successo delle strutture specializzate nella gestione dei grandi patrimoni.

    Download
  • 14/07/2014 - Corriere Economia

    Più personalizzazione, meno conflitti d'interesse

    Da boutique a family office, sfruttando la lunga esperienza nella gestione di grandi patrimoni e l'impegno nella cura della relazione con il cliente.

    Download
  • 10/07/2014

    Giuseppe Di Paola nominato consigliere di amministrazione ABI per il prossimo biennio.

    Giuseppe Di Paola, Direttore Generale di Banca del Fucino, la più antica banca privata romana, indipendente e presieduta dalla quarta generazione dei suoi fondatori, è stato nominato oggi consigliere di amministrazione dell'Associazione Bancaria Italiana (ABI) per il prossimo biennio.  Leggi di più

    Download
  • 26/06/2014 - Milano Finanza

    Si punta sulla consulenza evoluta

    E' il futuro del private banking, come spiegano alcuni tra i protagonisti del mercato italiano.

    Download
  • 21/06/2014 - Milano Finanza

    Fucino, private a km 0

    Nel Lazio la ricchezza totale delle famiglie vip ammonta a 83 mld. E solo la metà è gestita da banche ad hoc. La divisione della storica banca romana vuole crescere reclutando nuovi banker.

    Download
  • 21/06/2014 - Il Messaggero

    Fucino, il private a chilometri zero

    Il dg Di Paola: «Siamo una mosca bianca nel panorama creditizio. Chi viene da noi cerca decisioni rapide, riservatezza ed esclusività».

    Download